ethical fashion dreamers

BANCO BPM – Banca Popolare di Verona sostiene i Progetti di Vale un Sogno

BANCO BPM – Banca Popolare di Verona sostiene i Progetti di Vale un Sogno

Storica collaborazione e occasione di incremento delle attività per giovani con disabilità intellettiva.

Banco BPM – Banca Popolare di Verona sostiene i progetti di Vale un Sogno anche nel 2019. Si tratta ormai di una storica collaborazione che negli anni ha favorito la realizzazione di diversi progetti, dal tempo libero al supporto di percorsi di educazione all’autonomia e formazione e/o inserimento lavorativo.
Nel 2019 il supporto di Banco BPM – Banca Popolare di Verona ha permesso, attraverso l’acquisto di attrezzatura, di “buttare le basi” per l’avvio di una nuova progettualità che ambisce a realizzare un innovativo ramo di impresa sociale all’interno di Vale un Sogno. La sfida è quella di sviluppare un’idea imprenditoriale nell’ambito gastronomico.

IL PROGETTO CUCINA
Il progetto ha rappresentato uno sviluppo del classico modello di inserimento lavorativo di Vale un Sogno, che senza mai dimenticare di mettere al centro la persona con disabilità intellettiva, garantisce un servizio di accompagnamento graduale per le aziende che devono assolvere l’obbligo di legge L. 68/90.

Dall’inizio del 2018 presso una cucina in locazione, per tre mattine, era attiva una sperimentazione del progetto cucina e i giovani coinvolti preparavano il pranzo per i colleghi della cooperativa che su ordinazione sceglievano il pasto. Da questa esperienza si è ipotizzato nel corso del 2019, di iniziare a strutturare il medesimo servizio per una azienda di San Giovanni Lupatoto, attivando un primo esperimento di consegna di pasti per i dipendenti.
L’azienda contestualmente, grazie all’applicazione dell’art. 14 del D.lgs. 276/03 (normativa che concede alle imprese di assumere una persona con disabilità tramite cooperative sociali di tipo B), ha assunto uno dei giovani inseriti nei percorsi di Vale un Sogno, assolvendo così l’obbligo di legge e nello stesso tempo incrementando le sue opportunità di welfare aziendale.

L’iniziativa ha avuto il merito di favorire l’evoluzione del progetto di tipo occupazionale inclusivo, nato nel contesto fattoria e dedicato ai giovani con disabilità intellettiva complessa, verso un nuovo dipartimento di impresa sociale nell’ambito gastronomico.

Si ringrazia Banco BPM – Banca Popolare di Verona per aver sostenuto il progetto con un contributo di 4.000,00 euro utilizzati per l’acquisto di un forno, tra l’attrezzatura necessaria per l’allestire lo spazio cucina.

Si ringrazia

Ufficio Stampa - Valemour
Ci occupiamo dei progetti di inserimento lavorativo con HUB e dei progetti di autonomia abitativa per persone con sindrome di Down e disabilità intellettiva. Per mettervi in contatto con noi potete chiamarci al +39 045 2426071 oppure scriverci una e-mail a press@valemour.it

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.