Andrea Chef visita AQuest grazie al progetto Good Food

Andrea Chef visita AQuest grazie al progetto Good Food

Andrea Chef ha passato una pausa pranzo in AQuest, una delle aziende che hanno scommesso sul progetto Good Food e che, attualmente, stanno ordinando i piatti pronti del progetto Valemour Good Food, preparati con amore dai ragazzi con sindrome di Down e disabilità intellettiva di Fondazione Più di un Sogno. Ha avuto modo di conoscere le persone e gli ambienti che hanno creduto per primi nel progetto.
Valemour si occupa da anni di disabilità intellettiva. Lo fa principalmente cercando di creare uno spazio lavorativo per i suoi ragazzi. Dal 2012, VALEMOUR ha favorito l’assunzione di 15 persone con disabilità intellettiva presso le aziende del territorio, attivato 3 Art.14 D.LGS 276/03 rivolti a 2 aziende e a 3 persone con disabilità e un art.12 D.LGS 68/99 rivolto ad un’azienda e a una persona. 
Ed è proprio grazie a Valemour che, nel 2021, ha preso vita il progetto GoodFood. Giovani adulti con disabilità intellettiva cucinano affiancati dalle educatrici e da chef professionisti. In questo spazio cooking i giovani possono trovare il loro giusto contesto occupazionale, quello che la società, fuori, attualmente non è in grado di offrire loro. Ciò che fanno acquista un senso perché i prodotti che preparano dialogano con chi li consuma, col mercato. In questo modo le loro storie vengono raccontante attraverso il cibo che realizzano, in un dialogo che si accende nel momento in cui prendono vita le relazioni più autentiche.
AQuest – che è una delle agenzie creative più interessanti della città di Verona, con divisioni in Italia e nel mondo – ha saputo comprendere ed apprezzare il progetto al punto da sceglierlo come soluzione ideale per le pause pranzo dei propri dipendenti. In AQuest si crede fortemente nelle contaminazioni creative e nel superare i limiti della convenzionalità e lo si è dimostrato anche in questo caso: dando una possibilità ad un servizio di food delivery speciale e accattivante, che offre possibilità di lavoro a persone con disabilità intellettiva.
Grazie a questo progetto infatti, ragazzi proprio come Andrea, sono stati inseriti con un regolare contratto di lavoro in un’azienda del territorio, una conquista importante poiché l’impegno giornaliero in contesti significativi che offrano esperienze lavorative e ricreative si rivelano necessarie al completamento della presa in carico della persona.

Per avere maggiori informazioni sul progetto Good Food > https://valemour.it/good-food/
Oppure contattateci al numero (+39) 045 242 6071

Ci occupiamo dei progetti di inserimento lavorativo con HUB e dei progetti di autonomia abitativa per persone con sindrome di Down e disabilità intellettiva. Per mettervi in contatto con noi potete chiamarci al +39 045 2426071 oppure scriverci una e-mail a press@valemour.it

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*